Domitilla Calamai parla di “La mantella rossa” – Andrea Alessio Cavarretta parla di “Centrifugo senza rispetto”

28/08/17

Giardini di Castel Sant’Angelo – Parco della Mole Adriana

Ore 21.00

Domitilla Calamai presenta il romanzo La mantella rossa (La Lepre Edizioni). Dialogherà con l’autrice, l’editore Alessandro Orlandi.

Questo romanzo, scritto a quattro mani da padre e figlia, è ambientato alla fine del XV secolo. I Re Cattolici, Isabella e Ferdinando, hanno conquistato il regno di Granada, ponendo fine a otto secoli di presenza araba nella penisola iberica. Poche settimane dopo gli ebrei sono obbligati per decreto reale a scegliere tra convertirsi al cristianesimo o lasciare per sempre il paese. L’Inquisizione condanna migliaia di presunti eretici. Nell’ottobre dello stesso anno Cristoforo Colombo scopre l’America.

In quel clima teso ed euforico, in Andalusia ha inizio la storia d’amore tra i giovanissimi Clara Fonseca, figlia di un noto medico converso di origine ebraica, e Diego de Mesa, di nobile e antica famiglia cristiana. Pochi mesi dopo, Diego diventa capitano di cavalleria nella conquista di Tenerife, l’ultima delle Canarie ancora nelle mani degli indigeni. Da quel momento, le loro vite entrano con forza nella Storia, tra fughe nella Roma dei Borgia e la conquista di un mondo sconosciuto. Una narrazione avvincente, che alterna l’amore contrastato tra i protagonisti con la tensione epica degli eventi storici narrati.

Domitilla Calamai diplomata all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica con Andrea Camilleri e Luca Ronconi. Si è occupata di comunicazione per cinema, televisione e cultura. Imprenditrice agricola, produce olio biologico. Ha scritto e pubblicato saggi, racconti e romanzi, tra cui Vado via (Baldini Castoldi Dalai ), Tutta colpa di Fidel (La Tartaruga/Baldini Castoldi Dalai, pubblicato anche in francese da Actes Sud ) da cui è stato tratto il film La Faute a Fidel di Julie Gavras con Stefano Accorsi e Julie Depardieu.

L’incontro è a cura di Margherita Schirmacher

Ore 21.30

Andrea Alessio Cavaretta presenta il suo romanzo Centrifugo senza rispetto (Augh! Edizioni).

Sedici situazioni paradossali raccontate in modo dissacrante e fantasioso, spesso pensate per strappare un sorriso un po’ amaro oppure un leggero brivido di paura o di ansia inquietante, per farsi attraversare da un’epidermica riflessione e da una leggera sensazione onirica. Una centrifuga potente di idee, argomenti, pseudo-concretezze disegnate con una penna intinta nell’assurdo ma molto verosimile. Così seduta nella sua postazione del call center una giovane operatrice sogna di scagliare la sua ira contro la sempre invisibile responsabile, una famiglia apparentemente perbene organizza una gita al lago per uccidere l’anziana e scomoda nonna, oppure una fanciulla intrappolata nella sua quotidianità materializza dentro casa situazioni assurde per risolvere conflitti interiori ed esteriori. Questo e molto altro nella brillante raccolta di racconti Centrifugo senza rispetto di Andrea Alessio Cavarretta.

Andrea Alessio Cavarretta si laurea in Lettere con il massimo dei voti, si perfeziona in Editoria, giornalismo e comunicazione (Università Roma Tre). approfondisce la linguistica e frequenta la scuola di scrittura Omero (Roma), il laboratorio di scrittura creativa “Lisola che non c’è” di Rai.Eri (Roma) e la scuola del Racconto “Linguaggio della comunicazione e Narrazione” – giornalismo e scrittura creativa – dellass. Civita (Roma).

L’incontro è a cura di Margherita Schirmacher e realizzato col contributo di Anna Di Giovanni di Git Mondadori.

Ore 22.00 Il Luogo della Volpe. Dialogo tra due Autori di Round Robin
Edizioni: Emanuele Bissantini parla di Glock 17 e Kento di Resistenza Rap.

Il programma potrà subire variazioni

Altri contatti:
https://www.facebook.com/LetturedEstate/


Scopri di più