Traiano

  • thumb image

L’8 agosto di 1900 anni fa moriva l’imperatore Traiano. Una grande mostra lo celebra presso i Mercati di Traiano.

Marco Ulpio Nerva Traianol’optimus princeps portò l’impero romano alla sua massima estensione.

Cosa significa costruire un Impero?
E in che relazione sta l’Impero Romano con l’Europa attuale?
Politica, economia, welfare, conquiste militari ottenute senza esclusione di colpi; inclusione di popolazioni diverse sotto un unico Stato che governa con leggi che ancora oggi sono alla base della giurisprudenza moderna; la buona amministrazione, influenzata anche da donne capaci, “first ladies” autorevoli; campagne di comunicazione e capacità di persuasione per ottenere il consenso popolare attraverso opere di pubblica utilità, “magnificentia publica” e lusso privato, ma discreto.

Non è la trama di una fiction, né il programma di qualche politico, ma la traccia della mostra Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa, ideata da Claudio Parisi Presicce e a cura di Marina Milella, Simone Pastor e Lucrezia Ungaro per celebrare la ricorrenza dei 1900 anni dalla morte dell’imperatore che ha portato l’Impero alla sua massima espansione.

E’ ospitata inoltre presso la via Biberatica anche Columna mutãtio – LA SPIRALE, un’installazione monumentale di arte contemporanea, ideata dall’artista Luminiţa Țăranu, che racconta la “mutazione” di significato della Colonna di Traiano nel volgersi della storia.


Informazioni
  • Attività: Mostre
  • Dove: Musei in Comune
  • Dal: 29/11/2017
  • Al: 18/11/2018
  • Sede: Mercati di Traiano
  • Via IV Novembre 94 - 00187 Roma
  • Sito web: www.mercatiditraiano.it
  • Informazioni: tel 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00
Area Stampa